Amministrazioneaziendale.com

Creditori chirografari

Creditori chirografari

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

Quando molti creditori devono dividersi il prodotto della vendita dei beni che appartengono al loro debitore comune dopo il suo fallimento e tale somma non é comunque sufficiente al soddisfacimento di tutti i debiti, viene aperta una procedura, chiamata di distribuzione, che ha luogo grazie alla cancelleria.

I creditori privilegiati oppure chi dispone di una garanzia, come ad esempio l'erario per il pagamento delle tasse impagate, gli enti previdenziali, o i dipendenti per i loro stipendi oppure il locatore per gli affitti, sono rimborsati prima degli altri, e nell'ordine fissato dalla legge.


Tutti gli altri, ovvero tutti i creditori sprovvisti di un privilegio, sono definiti creditori chirografari. Successivamente al pagamento dei privilegiati, se avanza un residuo, i chirografari ammessi al passivo del fallimento, ricevono una quota calcolata facendo il rapporto tra l'ammontare del credito di ognuno di loro e l'ammontare globale della somma che avanza e da distribuire.