Amministrazioneaziendale.com

Veicoli aziendali: quesiti e curiosità

I veicoli aziendali: domande frequenti

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

Di seguito le domade più comuni sui dubbi che i contribuenti possono avere circa la gestione dei veicoli aziendali. Tratto dal sito dell' Agenzia delle Entrate.


Agenti e rappresentanti di commercio

Domanda. La detrazione integrale dell'IVA prevista per gli agenti e rappresentanti di commercio trova applicazione anche nel caso di esercizio dell'attività in forma societaria?

Risposta. Sì. L'Agenzia delle Entrate con circolare n. 34/E del 13/02/2003 ha precisato che la detrazione integrale IVA per gli agenti e rappresentanti di commercio trova applicazione anche nel caso in cui l'attività venga svolta in forma collettiva.


Domanda. Una società di persone che esercita l'attività di agente di commercio utilizza per l'esercizio dell'attività più autovetture. La deducibilità dei costi prevista, ai fini Irpef, dall'art. 164 del TUIR è applicabile ad una sola autovettura o a tutto il “parco macchine utilizzato dalla società ”?

Risposta. La deducibilità dei costi relativi alle autovetture è applicabile a tutti i veicoli utilizzati dalla società, in quanto sia l'art. 164 del TUIR che i successivi documenti di prassi, contrariamente a quanto avviene per gli esercenti arti o professioni,non pongono limitazioni in merito al numero di veicoli utilizzati per l'esercizio dell'impresa.


Domanda. La detrazione integrale dell'IVA spetta all'agente di commercio se l'autovettura è utilizzata anche per fini estranei alla sua attività di impresa (es. per uso personale o familiare)?

Risposta. No, in tal caso l'agente o il rappresentante,già in sede di acquisto, può effettuare una valutazione prospettica del futuro impiego dei mezzi e detrarre solo in parte l'imposta, distinguendo, in maniera analitica, la quota parte dell'imposta relativa all'impiego dell'autovettura nell'attività di impresa.



Autoveicoli ad uso ufficio

Domanda. Quali sono le condizioni per poter fruire della detrazione totale dell'IVA e della deducibilità totale dei costi sostenuti relativi ad un veicolo omologato “ad uso ufficio ”?

Risposta. Ai fini IVA la detrazione totale spetta soltanto e nella misura in cui sussista una necessaria correlazione tra l'acquisto del veicolo omologato ad uso speciale ed il successivo utilizzo per realizzare operazioni imponibili. Ai fini delle imposte dirette il veicolo deve essere inerente all'attività di impresa e deve essere utilizzato effettivamente ad uso ufficio. Si rammenta che l'utilizzo del veicolo ad uso ufficio deve essere esclusivo, non essendo consentito un uso promiscuo dello stesso (ad esempio per il semplice trasporto di persone o cose).



Autovetture concesse in uso promiscuo al dipendente

Domanda. In che misura sono deducibili,ai fini Irpef, le spese di un'autovettura assegnata ad un dipendente per la maggior parte dell'anno e successivamente assegnata ad un dipendente diverso?

Risposta. Le spese relative a tale autovettura sono interamente deducibili. L'Agenzia delle Entrate con circolare n. 48/E del 10 febbraio 1998 ha precisato che, ai fini del computo della durata dell'utilizzo non è necessario che esso sia avvenuto in modo continuativo, né che il veicolo sia stato utilizzato da uno stesso dipendente.


Domanda. In che misura sono deducibili le spese dell'autovettura acquistata in corso d'anno e concessa successivamente in uso promiscuo al dipendente?

Risposta. Le spese sono deducibili per l'intero ammontare a condizione che il bene sia concesso in uso promiscuo al dipendente per la maggior parte del periodo decorrente dal momento dell'acquisto al termine del periodo d'imposta.



Acquisto di un autocarro da parte di un professionista

Domanda. Un lavoratore autonomo necessita di un autocarro per il trasporto di attrezzature per lo svolgimento della propria attività di natura tecnica. L'IVA relativa all'acquisto,alla manutenzione e a spese varie che riguardano il veicolo è integralmente detraibile?

Risposta. Sì, purché sussista il rapporto di inerenza o strumentalità tra il bene acquistato e l'esercizio dell'attività (art. 19 del DPR. n. 633/1972).



Contratto di noleggio full service

Domanda. Nel caso di noleggio di un'autovettura la parziale detraibilità IVA del 10%concerne esclusivamente i canoni di noleggio o si estende anche alle altre prestazioni accessorie (es. spese per la fornitura di carburante, riparazione e manutenzione del veicolo)?

Risposta. La detrazione parziale IVA del 10% spetta limitatamente al canone di noleggio poiché le prestazioni accessorie esulano dal contenuto del contratto di noleggio. Per tali prestazioni l'IVA risulta indetraibile al 100%.


Domanda. La detrazione parziale dell'IVA al 10% relativa a canoni di noleggio opera anche in presenza di contratti di breve durata?

Risposta. Sì. L'Agenzia delle Entrate con circolare n. 58/E del 18/06/2001 ha precisato che è irrilevante la durata temporale del contratto per il quale si determina la disponibilità del veicolo. La detrazione parziale opera quindi anche nel caso di noleggio di breve durata (ad esempio un solo giorno).



Agevolazioni per i disabili

Domanda. Il coniuge di una disabile ha sostenuto la spesa per l'acquisto di un'autovettura dotata di cambio automatico. Può beneficiare della detrazione del 19% ai fini Irpef prevista specificatamente per i disabili?

Risposta. Sì, purché la moglie disabile, non avendo un reddito superiore ad euro 2.840,51 risulti fiscalmente a carico del marito.