Amministrazioneaziendale.com

Assegni senza autorizzazione

Emissione assegni senza autorizzazione

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

L'assegno è emesso senza autorizzazione quando, in via generale, non c'è o si è interrotto il rapporto o la convenzione che attribuiscono al cliente l'autorizzazione ad emettere assegni.


Ad esempio perchè: a) il conto è stato chiuso prima dell'emissione dell'assegno; b) il conto è stato aperto (o "acceso", come si dice tecnicamente) in assenza di convenzione di assegni; c) l'assegno è stato revocato prima dell'emissione (ad esempio perché denunciato come smarrito o sottratto) ; d) la banca ha revocato l'autorizzazione alla emissione; e) la banca ha già revocato l'autorizzazione all'emissione per un assegno emesso prima di quello che viene presentato per il pagamento; f) l'assegno è stato emesso su conto intestato ad un'altra persona o per altre motivazioni che non giustifichino l'emissione di un assegno.