Amministrazioneaziendale.com

L'estratto conto

L'estratto conto

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

Le operazioni di pagamento e incasso eseguite per il tramite del conto e le spese che ne derivano possono essere controllate in virtù delle comunicazioni che le banche sono tenute ad inviare al cliente. Il principale strumento di controllo è l’estratto conto, un documento che riepiloga l’utilizzo del conto corrente con riferimento ad un certo periodo, indicando in modo dettagliato versamenti, pagamenti, incassi, spese, interessi; il saldo dell’estratto conto rappresenta la somma di denaro di cui si dispone.


In caso di errori, il cliente ha il diritto di segnalarli alla banca e ottenerne la correzione, ma deve intervenire per iscritto entro 60 giorni dal ricevimento dell’estratto conto





Elenco movimenti

È la parte iniziale del documento in cui vengono elencate tutte le operazioni con una descrizione sintetica delle stesse e l’indicazione del loro importo. Sono riportate anche le date in cui sono state eseguite le registrazioni (data contabile) e a decorrere dalle quali si calcolano interessi (data valuta).





Riassunto scalare o estratto conto scalare

È la sezione che fornisce le informazioni necessarie al calcolo degli interessi a favore ma anche a sfavore del cliente, a seconda che il saldo sia stato a credito ovvero a debito nel periodo di riferimento. È riportata la sequenza progressiva dei saldi per data valuta, i quali scaturiscono dalla somma algebrica delle operazioni ordinate sempre per data valuta. Moltiplicando i saldi per i rispettivi giorni di permanenza, ossia i giorni intercorsi fino al sopraggiungere di altre operazioni con valuta successiva, si ottengono i numeri. Il loro computo, che può essere sia a credito sia a debito, a seconda del segno del saldo, è necessario per il calcolo degli interessi da ricevere ovvero da pagare alla banca





Elementi per il conteggio e il riepilogo delle competenze

Espone: il calcolo degli interessi; le spese applicate per la gestione del conto; il riepilogo delle competenze.

Gli interessi da ricevere e pagare si ottengono moltiplicando il totale dei numeri debitori e creditori, rispettivamente, per il tasso di interesse passivo e attivo e il risultato è diviso per i giorni dell’anno. I costi sono distinti per tipologia di voce e per ciascuna è indicato l’importo complessivo.

Il riepilogo delle competenze scaturisce dalla differenza tra interessi attivi, quelli passivi e le spese addebitate. Se ha segno positivo per il cliente, il costo complessivo per la gestione del rapporto è stato più che compensato dai ricavi per interessi