Amministrazioneaziendale.com

Il leasing immobiliare

Il leasing immobiliare

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

Il leasing immobiliare è un investimento utilizzato per l'acquisto di immobili nuovi o usati o semplicemente per la ristrutturazione di un vecchio edificio. Molte società immobiliari utilizzano principalmente il leasing per i loro acquisti al posto dei mutui che risultano essere un po' troppo rigidi e inflessibile alle esigenze dell'acquirente.

Di seguito alcuni aspetti positivi che contraddistinguono questa forma di investimento: con il leasing è possibile eseguire l'ammortamento del contratto di locazione per un periodo compreso tra 96 e 240 mesi ed è concessa una rata iniziale di sostanziale tra il 10% e il 30%. La scelta è legata alla disponibilità di liquidità iniziale ed un giusto equilibrio tra interessi e ammortamento. Resta inteso che più alta sarà l'importo del maxi-canone più economici saranno gli importi dei canoni mensili e il valore dell'importo finale di riscatto.



Il contratto di locazione finanziaria immobiliare ha anche notevoli vantaggi (per le società), in termini fiscali, permette di ammortizzare l'immobile acquistato in un periodo compreso tra otto e nove anni, mentre nei processi ordinari (ad esempio mutui) si ha l'ammortamento in 30 anni. Oltre a questo i canoni sono deducibili se sono completamente ammortizzati per almeno 8 anni. La convenienza di un contratto di leasing finanziario è, tuttavia, molto ridotta per i lavoratori autonomi o per gli individui, che possono essere detrarre dal reddito complessivo solo il valore catastale della proprietà e se anche proprietà è diviene abitazione principale la detrazione si applica solo sulla metà dell'importo totale.





Vantaggi del leasing immobiliare

• Fino al 100% di finanziamento del prezzo dell'immobile

• tasso di locazione fissato per la durata del contratto, che va da uno a dieci anni

• I margini fissi, calcolati a priori, danno più sicurezza e aiutano a determinare il budget a lungo termine

• Mantenimento della liquidità e del patrimonio netto, anche i limiti bancari restano invariati

• Miglioramento dei conti della società e maggiore credibilità

• Liberazione di liquidità mediante la transazione Sale-e-lease-back (vendita di un immobile alla società di leasing e la conclusione concomitante di un contratto di leasing con il venditore)

• consente l'accesso al finanziamento modo rapido e semplice, che offre la possibilità di usufruire di uno sconto maggiore sul prezzo di acquisto che il fornitore si riserva il cliente contro pagamento in contanti dalle società di leasing;

• consente di personalizzare e di strutturare il contratto in base alle esigenze del compratore (in termini di durata, programma prima delle tasse e del valore finale di riscatto) - permette all'azienda di accedere a tempi rapidi con i principali leggi agevolate.





Dettagli pratici di un contratto di locazione immobiliare

Un contratto di locazione immobiliare avviene in questo modo: intanto un'operazione di leasing immobiliare è un finanziamento a lungo termine. L'utente del contratto di locazione si assume tutti i costi e rischi nella manutenzione e l'uso dell'oggetto.

Il tasso di locazione è fissato alle condizioni prevalenti nel mercato dei capitali al momento della conclusione del contratto, tenendo conto della solvibilità del cliente, l'oggetto del finanziamento, l'importo finanziato, la durata del contratto e il valore residuo calcolato. Al termine del contratto di locazione, è possibile scegliere tra tre opzioni:

• Acquisizione della proprietà esercitando l'opzione di acquisto che integra il contratto, ad un prezzo fissato in anticipo

Prolungamento del contratto di locazione

Restituzione del bene