Amministrazioneaziendale.com

Vendite Triangolari

Vendite Triangolari

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

Le vendite triangolari sono quelle operazioni di cessione di beni in cui intervengono tre soggetti diversi: il cedente viene incaricato dal cessionario di consegnare beni ad un cliente del cessionario stesso per suo ordine e conto.


Per le vendite triangolari gli operatori possono avvalersi della fatturazione immediata o di quella differita.



Fatturazione Immediata

In questo caso né il cedente né il cessionario avranno l'obbligo di emettere alcun documento di trasporto.

Il cedente è obbligato ad emettere e inviare al fattura immediata entro le ore 24 del giorno trasporto delle merci; lo stesso onere è imposto nei confronti del proprio cliente.

La Circolare n. 42 del 31.10.1974 consente al cessionario di emettere la fattura al proprio cliente entro cinque giorni dal ricevimento della fattura da parte del cedente; tale disposizione non trova però riscontro nel disposto normativo.

Esempio:
- A (cessionario) acquista da B (cedente) beni che deve vendere a C (cliente);
- A incarica B di trasportare e consegnare detti beni direttamente a C;
- A e B potranno non emettere alcun documento di trasporto;
- Sia A che B dovranno emettere ed inviare le rispettive fatture entro le ore 24 del giorno di inizio del trasporto per la consegna delle merci a C



Fatturazione Differita

In tale caso il documento idoneo a consentire la fatturazione differita sia al cedente che al cessionario sarà emesso dal cedente e dovrà contenere oltre agli elementi essenziali previsti per il Documento di Trasporto, i dati identificativi del cedente, del cessionario e del cliente del cessionario (circolare ministeriale n. 249/E dell'11/10/1996).

Nelle fatture differite è obbligatorio riportare gli estremi del documento di trasporto del cedente.

È opportuno altresì che il cedente trasmetta copia del documento di trasporto al cessionario affinché questi possa correttamente adempiere agli obblighi di fatturazione.

Esempio:
- A (cessionario) acquista da B (cedente) beni che deve vendere a C (cliente).
- A incarica B di trasportare e consegnare detti beni direttamente a C.
- La ditta B emetterà il documento di trasporto indicando oltre alle proprie generalità e a quelle della ditta A e C, la causale del trasporto "merce consegnatavi per ordine e conto della ditta A".