Amministrazioneaziendale.com

Crediti verso i soci

Crediti verso i soci

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

I Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti rappresentano crediti per operazioni che prodotto l’iscrizione di valori tra il patrimonio netto. I valori di questo genere sono collegati direttamente all’area dei finanziamenti a titolo di capitale di rischio. In essa rientrano tipicamente:


I crediti per quote di capitale sottoscritto ma non ancora versato rappresentano il credito vantanto nei confronti dei soci per le risorse in denaro o in natura che gli stessi dovranno apportare alla società e promessi in sede di costituzione o di ampliamento della stessa da atto scritto. Infatti nel momento della costituzione dell'impresa i proprietari devono fornire le risorse necessarie all'inizio dell’attività. Gli apporti da effettuare riguardano ad ad esempio il denaro oppure gli impianti, i macchinari, le attrezzature, ecc. ed interi complessi aziendali funzionanti. Tutti i beni messi a disposizione dai proprietari costituiscono la dotazione di capitale proprio destinato all’attività produttiva e quindi il capitale sociale.

il capitale sociale originario apportato dai soci può essere ulteriormente modificato per effetto di nuovi apporti eseguiti dai soci. In questo caso si parla di aumenti di capitale. Sia in fase di costituzione, sia nel caso di aumenti di capitale si origina per l’impresa un credito nei confronti dei soci pari ai conferimenti che gli stessi si sono impegnati ad apportare. Questo credo andra mana mano diminuendo man mano che i versamenti dovuti dai singoli soci verranno effettuati.


I crediti per versamenti a copertura di perdite rappresentano il credito per i versamenti richiesti ad essi per poter appianare le perdite della società.

La ricchezza disponibile quanto sussistono delle perdite subisce un decremento che andrà attribuito al capitale proprio. Una perdita determina pertanto l’esigenza di una sistemazione in quanto fino a quando permane in contabilità non è consentito provvedere alla distribuzione di utili nei periodi successivi. Quando tale perdita viene appianata con l’apporto di nuove risorse dai soci si origina un credito verso i soci per le quote che si sono impegnati a versare per ripianare appunto le perdite.