Amministrazioneaziendale.com

Gli Investimenti

Investimenti , acquisizione dei fattori produttivi

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

L'acquisizione dei fattori produttivi si configura mediante l'investimento delle risorse monetarie rese disponibili dai finanziamenti, dagli utili prodotti in azienda, o dai crediti di forniture con pagamento differito. Ogni acquisizione da luogo ad una variazione numeraria passiva, come ad esempio:

-diminuzione di cassa
-aumento dei debiti verso fornitori
-aumento di debiti in moneta
-diminuizione di crediti (nel caso di pagamento tramite cessioni di tratte)

L'acquisizione di fattori produttivi da luogo a variazioni numerarie passive a seconda della tipologia di pagamento che si potrà effettuare, ad esempio nel caso di pagamento della fornitura per cassa, la variazione numeraria passiva sara la diminuzione di cassa per il costo dell'acquisizione del fattore produttivo stesso (Minor Attività).


Nel caso di pagamento per assegni avremo invece una diminuzione del conto corrente bancario per il costo dell'acquisizione del fattore produttivo stesso. (Minor Attività).

Nel caso invece di un pagamento differito avremo invece un aumento di debiti verso fornitori per il costo dell'acquisizione del fattore produttivo stesso. (Maggior Passività).

La variazione numeraria passiva è un dato oggettivo che corrisponde al costo di acquisizione del fattore produttivo stesso. I due valori pertanto coincidono, ed è per questo motivo che la variazione numeraria passiva è l'aspetto originario della variazione mentre il costo, (o la causale) ne è l'aspetto derivato.


Fattori produttivi durevoli e non durevoli

I fattori produttivi come già detto nelle pagine precedenti possono essere di due tipologie:

- l'acquisto di fattori produttivo non durevoli da luogo ad un costo che è da considerarsi relativo all'esercizio in cui l'acquisto avviene, salvo rettifiche dovute alle rimanenze.

- l'acquisto di fattori produttivi durevoli da luogo a costi che vengono definiti costi pluriennali, e cioè che gravano su più esercizi (quelli relativi al suo utilizzo) dando origine alle cosiddette quote di ammortamento.