Amministrazioneaziendale.com

Gestione Aziendale e finanziamenti

I momenti tipici della gestione

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

La gestione aziendale è quell'insieme di operazioni che deve compiere l'imprenditore per realizzare l'obbettivo aziendale. La gestione è formata da più operazioni che sono suddivise in momenti tipici, che corrispondono a varie figure aziendali, e soprattutto tutti legati fra di loro.

I momenti della gestione delle aziende sono i seguenti:

il finanziamento: ovvero l'acquisizione di risorse finanziarie;
l'investimento: ovvero l'acquisizione di fattori produttivi;
la produzione: la trasformazione e lavorazione dei fattori produttivi in prodotti;
il disinvestimento: o rifinanziamento, cioè la vendita sul mercato dei prodotti.




Il finanziamento

Tutti i valori connessi al denaro, come debiti e crediti di ogni genere, eccezion fatta per i finanziamenti del titolare o dei soci a titolo di capitale proprio, sono compresi nella categoria dei valori numerari attivi o passivi.


I valori attivi verranno inclusi nell'attività, e sono ad esempio il capitale lordo di funzionamento, e verranno collocati nella sezione sx dello stato patrimoniale, mentre i valori passivi verranno inclusi tra le passività nella sezione dx dello stato patrimoniale come ad esempio i finanziamenti dei soci a titolo di capitale.

Esaminiamo ora gli effetti di un finanziamento da terzi all'interno dell'azienda:
-Aumento denaro in cassa (Maggiore Attività nella Sx dello stato patrimoniale)
-Aumento debiti da finanziamento (Maggiore Passività a Dx dello Stato Patrimoniale)

Il rimborso di un finanziamento a terzi al contrario provoca:
-Diminuzione denaro in cassa (Minore Attività nella Sx dello stato patrimoniale)
-Diminuzione debiti da finanziamento (Minor Passività a Dx dello Stato Patrimoniale)

Da questi si evince che le variazioni attive sono rappresentate da:
-Aumento di Cassa
-Aumento dei Crediti
-Diminuzione dei Debiti
e quindi da aumenti di attività numerarie o diminuzione di passività numerarie.

Le variazioni numerarie passive sono invece rappresentate da:
-Diminuzione di Cassa
-Diminuzione dei Crediti
-Aumento dei Debiti
ovvero da aumenti di passività numerarie o diminuzioni di attività numerarie.