Amministrazioneaziendale.com

Il disinvestimento o vendita

La Vendita dei Prodotti: il disinvestimento

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

La vendita di prodotti sul mercato consiste nella fase terminale del ciclo di gestione. Di fatto la vendita consiste nella "ritrasformazione in denaro" di quanto è stato investito per iniziare la produzione. La vendita dei prodotti consente quindi il realizzo dei ricavi detti ricavi di vendita.


I ricavi di vendita possono essere chiamati in modo diverso a seconda del tipo di vendita effettuata, ad esempio:

-nelle aziende industriali che effettuano lavorazioni per conto di terzi i ricavi vengono definiti: ricavi per prestazioni o ricavi per lavorazioni per conto di terzi.

-nelle ditte di trasporto i ricavi saranno definiti: ricavi per servizio mezzi o passeggeri.

-nelle imprese di assicurazione: premi ramo vita, premi ramo auto, ecc.

-nelle imprese bancarie: interessi attivi su conto corrente



I movimenti contabili relativi alle vendite

Tutte le vendite danno luogo a variazioni numerarie attive sintetizzabili nelle seguenti voci:

-aumento di cassa
-aumento di un credito o diminuzione di un credito su cc. bancario o postale
-aumento dei crediti di fornitura se il pagamento sarà differito

Quando si va cercando la causa che da luogo all'instaurarsi di una variazione numeraria attiva si dice che si sta esaminando l'aspetto economico della gestione. La causa che ha dato luogo a questa variazione numeraria è il ricavo da vendita.

Il confronto finale tra i ricavi realizzati ed i costi relativi alla produzione di quanto venduto, consente di determinare il reddito delle operazioni eseguite il cosiddetto reddito d'esercizio.