Amministrazioneaziendale.com

Registro dei corrispettivi

Registro dei corrispettivi

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

Anche in assenza di fatturazione o per le attività seguenti:

1) per le cessioni di beni effettuate da commercianti al minuto autorizzati in locali aperti al pubblico, in spacci interni, mediante apparecchi di distribuzione automatica, per corrispondenza, a domicilio o in forma ambulante;

2) per le prestazioni alberghiere e le somministrazioni di alimenti e bevande effettuate dai pubblici esercizi, nelle mense aziendali o mediante apparecchi di distribuzione automatica;

3) per le prestazioni di trasporto di persone nonché di veicoli e bagagli al seguito;

4) per le prestazioni di servizi rese nell'esercizio di imprese in locali aperti al pubblico, in forma ambulante o nell'abitazione dei clienti;

5) per le prestazioni di custodia e amministrazione di titoli e per gli altri servizi resi da aziende o istituti di credito e da società finanziarie o fiduciarie;


o di qualsiasi obbligo di certificazione fiscale dei corrispettivi, resta l'obbligo di registrare i corrispettivi, nell'apposito registro entro il giorno lavorativo successivo (distinguendo tra imponibili, non imponibili ed esenti), fermo restando la data di riferimento ai fini della liquidazione.

Per le attività per le quali è stata rilasciato lo scontrino fiscale, è possibile eseguire una singola registrazione riepilogativa mensile entro il giorno 15 del mese successivo, allegando gli scontrini di riepilogo giornalieri.


Contestuale tenuta di un registro delle spese e registro delle fatture emesse:

E' possibile utilizzare contestualmente sia il registro delle fatture emesse ed il registro dei corrispettivi, in tal caso le fatture verranno registrate solo sul registro delle fatture emesse.