Amministrazioneaziendale.com

Mastri, conti e sottoconti

Mastri, conti e sottoconti

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

La struttura del piano dei conti è cosiddetta multilivello senza limiti al numero di livelli utilizzabili. E' costituita dondamentalmente da tre elementi:

Mastri: sono i conti di primo livello che danno inizio alla struttura del piano dei conti;

Conti: sono collegabili gerarchicamente tra di loro a partire da un mastro e costituiscono la struttura del piano dei conti;

Sottoconti: sono collegati ai conti e sono gli elementi su cui effettuare le registrazioni contabili.



Un piano dei conti sarà pertanto formato da N livelli con i mastri al primo livello, i conti in mezzo e i sottoconti all'ultimo. Solitamente il piano dei conti dispone almeno di 3 livelli. Questo per concludere sottolineando come sia sconsigliato collegare i sottoconti direttamente ai mastri.

I conti di mastro possono trovare la loro analisi nelle contabilità elementari, in particolare nei partitari aperti ai crediti verso clienti e verso debitori diversi e nei partitari aperti ai debiti verso fornitori e verso creditori diversi. La contabilità generale è basata fondamentalmente sul piano dei conti, che elenca tutti i conti della struttura contabile.

Ogni azienda ha un proprio piano dei conti, caratterizzato dalla sua struttura, all'attività svolta, dalle informazioni che si vuol evidenziare nella contabilità. Nel piano dei conti ogni conto viene indicato con un codice che ne facilita la classificazione. Ne derivano due importanti regole di comportamento:

1) il piano dei conti dev'essere strutturato in modo da consentire facilità d'inserimento di nuovi conti, senza sconvolgere la codifica dei precedenti;

2) il piano dei conti dev'essere studiato per essere adottato per tempi sufficientemente lunghi, al fine di evitare il grosso lavoro legato ad un cambiamento dei criteri di codificazione.



I Mastri

Rappresentano la categorizzazione base della struttura del piano dei conti, i valori possibili sono:

- Stato patrimoniale attività;
- Stato patrimoniale passività;
- Conto economico costi;
- Conto economico ricavi;
- Conti d'ordine;



I conti

Questo campo deve indicare il conto di livello immediatamente superiore, per un conto di secondo livello sarà indicato un mastro.



I sottoconti

I sottoconti vanno inseriti nel piano dei conti, che a sua volta può essere suddiviso in diversi livelli di aggregazione/classificazione, ad esempio i sottoconti possono essere raggruppati sotto conti detti "di mastro"; potendo arrivare sino a una struttura a 4 livelli: Gruppi, Mastri, Conti, Sottoconti.



Esempio di mastri, conti e sottoconti di un'azienda commerciale


01. IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI
  1 Costi di impianto
  2 Software
  2 Avviamento
  3 Fondo ammort. costi impianto
  4 Fondo ammort. software
  5 Fondo ammort. avviamento

02. IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI
  11 Fabbricati
  12 Impianti e macchinari
  13 Attrezzature commerciali
  14 Macchine dufficio
  15 Arredamento
  16 Automezzi
  17 Imballaggi durevoli
  18 Fornitori immobilizzazioni c/acconti
  19 Fondo ammortamento fabbricati
  20 Fondo ammort. Impianti e macchinari
  21 Fondo ammort. attrezzature commerciali
  22 Fondo ammort. macchine d'ufficio
  23 Fondo ammort. arredamento
  24 Fondo ammort. automezzi
  25 Fondo ammort. Imballaggi durevoli

04. RIMANENZE
  31 Materie di consumo
  32 Merci
  33 Fornitori c/acconti

05. CREDITI COMMERCIALI
  41 Crediti v/clienti
  42 Crediti commerciali diversi
  43 Clienti ci spese anticipate
  44 Cambiali attive
  45 Cambiali allo sconto
  46 Cambiali all'incasso
  47 Crediti insoluti
  48 Cambiali insolute
  49 Fatture da emettere
  50 Fondo svalutazione crediti
  51 Fondo rischi su crediti

06. CREDITI DIVERSI
  61 Iva ns/credito
  62 Crediti per Iva
  63 Crediti per cauzioni
  64 Personale c/acconti
  65 Crediti v/Istituti previdenziali
  66 Debitori diversi

08. DISPONIBILITA'  LIQUIDE
  71 Banche c/c attivi
  72 C/c postali
  73 Denaro in cassa
  74 Assegni
  75 Valori bollati

09. RATEI E RISCONTI ATTIVI
  81 Ratei attivi
  82 Risconti attivi

10. PATRIMONIO NETTO
  91 Patrimonio netto
  92 Utile d'esercizio
  93 Perdita d'esercizio
  94 Prelevamenti extragestione

11. FONDI PER RISCHI E ONERI
  101 Fondo per imposte
  102 Fondo responsabilità civile
  103 Fondo spese future

12. TRATTAMENTO FINE RAPPORTO
  111 Debiti per TFR

13. DEBITI FINANZIARI
  121 Mutui passivi
  122 Banche c/sovvenzioni
  123 Banche c/c passivi
  124 Banche c/ricevute all'incasso
  125 Banche c/cambiali allincasso
  126 Debiti v/altri finanziatori

14. DEBITI COMMERCIALI

  131 Debiti v/fornitori
  132 Cambiali passive
  133 Fatture da ricevere
  134 Debiti da liquidare
  135 Clienti c/acconti

15. DEBITI DIVERSI
  141 Iva ns/debito
  142 Erario c/ritenute da versare
  143 Debiti per Iva
  144 Personale c/retribuzioni
  145 Personale c/liquidazioni
  146 Debiti per cauzioni
  147 Debiti v/Istituti previdenziali
  148 Creditori diversi

16. RATEI E RISCONTI PASSIVI
  161 Ratei passivi
  162 Risconti passivi

18. CONTI TRANSITORI E DIVERSI
  172 Bilancio d'apertura
  173 Bilancio di chiusura
  174 Erario c/Iva
  175 Istituti previdenziali
  176 Banca X c/c
  177 Banca Y c/c

19. CONTI DEI SISTEMI SUPPLEMENTARI
  181 Beni di terzi
  182 Depositanti beni
  183 Depositari beni
  184 Ns./beni presso terzi
  185 Merci da ricevere
  186 Fornitori c/impegni
  187 Impegni per beni in leasing
  188 Creditori c/leasing
  189 Clienti c/impegni
  190 Merci da consegnare
  191 Rischi per effetti scontati
  192 Banche c/effetti scontati
  193 Rischi per fidejussioni
  194 Creditori per fidejussioni
  195 Rischi per avalli
  196 Creditori per avalli

20. VENDITE E PRESTAZIONI
  201 Merci c/vendite
  202 Rimborsi spese di vendita
  203 Resi su vendite
  204 Ribassi e abbuoni passivi
  205 Premi su vendite

21. ALTRI RICAVI E PROVENTI
  211 Fitti attivi
  212 Ricavi e proventi vari
  213 Arrotondamenti attivi

30. COSTO DEL VENDUTO
  214 Merci c/acquisti
  215 Materie di consumo c/acquisti
  216 Resi su acquisti
  217 Ribassi e abbuoni attivi
  218 Premi su acquisti
  219 Merci c/esistenze iniziali
  220 Materie di consumo c/esistenze iniziali

31. COSTI PER SERVIZI
  241 Spese di trasporto
  242 Spese per energia
  243 Pubblicità
  244 Consulenze
  245 Spese postali
  246 Spese telefoniche
  247 Assicurazioni
  248 Spese di vigilanza
  249 Spese per i locali
  250 Spese esercizio automezzi
  251 Manutenzioni e riparazioni
  252 Provvigioni passive
  253 Spese d'incasso

32. COSTI PER GODIMENTO BENI DI TERZI
  271 Fitti passivi
  272 Canoni leasing

33. COSTI PER IL PERSONALE
  281 Salari e stipendi
  282 Oneri sociali
  283 Trattamento fine rapporto

34. AMMORTAMENTI IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI
  291 Ammortamento costi di impianto
  292 Ammortamento software
  293 Ammortamento avviamento

35. AMMORTAMENTI IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI
  301 Ammortamento fabbricati
  302 Ammortamento impianti e macchinari
  303 Ammortamento attrezzature commerciali
  304 Ammortamento macchine d'ufficio
  305 Ammortamento arredamento
  306 Ammortamento automezzi
  307 Ammortamento imballaggi durevoli

36. SVALUTAZIONI
  321 Svalutazioni immobilizzazioni immateriali
  322 Svalutazioni immobilizzazioni materiali
  323 Svalutazione crediti

37. ACCANTONAMENTI PER RISCHI
  341 Accantonamento per rischi imposte
  342 Accantonamento per responsabilità civile

38. ALTRI ACCANTONAMENTI
  351 Accantonamento per spese future

39. ONERI DIVERSI DI GESTIONE
  361 Imposte e tasse deducibili
  362 Perdite su crediti
  363 Arrotondamenti passivi

40. PROVENTI FINANZIARI
  381 Interessi attivi v/clienti
  382 Interessi attivi bancari
  383 Interessi attivi postali
  384 Proventi finanziari diversi

41. ONERI FINANZIARI
  401 Interessi passivi v/fornitori
  402 Interessi passivi bancari
  403 Sconti passivi bancari
  404 Interessi passivi su mutui
  405 Oneri finanziari diversi

60. PROVENTI STRAORDINARI
  421 Plusvalenze da alienazioni
  422 Sopravvenienze attive

61. ONERI STRAORDINARI
  431 Minusvalenze da alienazioni
  432 Sopravvenienze passive

90. CONTI DI RISULTATO
  441 Conto di risultato economico