Amministrazioneaziendale.com

Fondo casalinghe

Fondo casalinghe

Prima di iniziare con la lettura di questo articolo, mi permetto di consigliarti di scaricare gratuitamente la mia guida "25 Idee per rendere vincente la tua impresa" che ho preparato per aiutarti a gestire al meglio la tua attività, da un punto di vista fiscale e gestionale.

E' un fondo pensione istituito dal 1997 per le persone che svolgono un lavoro non retribuito e che derivi da responsabilità familiari.

È possibile iscrivere al nuovo istituto di previdenza, i soggetti di entrambi i sessi e di età compresa tra quella prevista dalle norme sull'avviamento al lavoro (15 anni) e 65 anni di età, se:

svolgono il lavoro non retribuito in famiglia con connesse responsabilità familiari, senza un contratto di lavoro;

non sono titolari di pensione diretta;

non prestano attività di lavoro autonomo e dipendente o per i quali vi è l'obbligo di iscrizione ad un'altra organizzazione o ente di previdenza sociale;

prestano lavoro part-time se, in relazione all'orario e alla retribuzione percepita, provoca una contrazione delle settimane utili per il diritto alla pensione.




Come iscriversi

Il modulo di domanda può essere:

• consegnata pressp la sede dell'Inps, direttamente o tramite uno degli enti di patrocinio concesso dalla legge per aiutare i lavoratori gratuitamente;

inviate per posta, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento;

trasmessa on-line, accedendo al www.inps.it.

La richiesta può essere fatta su apposito modulo disponibile presso gli INPS locali su carta semplice.


Da quando ci si può iscrivere

La registrazione ha inizio dal primo giorno del mese successivo a quello di applicazione. Una volta fatta rimane in vigore anche se non avete effettuato i versamenti.

Coloro che sono stati iscritti alla mutualità delle pensioni d'ufficio sono iscritti nel nuovo fondo e possono utilizzare i contributi come "premio unico iniziale"


Quanto si paga

L'importo dei versamenti è libero, però, è necessario pagare almeno 25,82, € che sarà accreditato un mese di contribuzione. L'INPS accrediterà per ogni tanti mesi di contributi quanti ne risulteranno dividendo l'importo totale pagato nel corso dell'esercizio per € 25.82

Il pagamento può essere effettuato in qualsiasi momento dell'anno, con i bollettini postali che l'INPS invia a casa insieme con la lettera di accettazione della iscrizione. I contributi sono interamente deducibili dal reddito imponibile per dalle imposte sul reddito del dichiarante, o dei familiari fiscalmente a carico.

Prestazione e requisiti

Spettano a carico dell'Inps, i seguenti servizi:

pensione di invalidità, con almeno 5 anni di contributi, a condizione che interviene l'incapacità assoluta e permanente a svolgere qualsiasi lavoro

vecchiaia, da 57 anni di età, a condizione che siano state pagate almeno 5 anni (60 mesi) di contributi.


La pensione di vecchiaia:

viene pagata solo se l'importo maturato sia almeno pari all'importo dell'assegno sociale aumentato del 20% (1,2 volte l'assegno sociale);

• A prescindere dagli importi all'età di 65 anni.

Non è prevista la reversibilità di tale pensione.


La domanda

Le domande possono essere inviate attraverso i seguenti canali:

• Web - avvalendosi dei servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell'Istituto, www.inps.it

telefono - contattando il contact center integrato al numero 803.164 gratis da un numero di rete fissa o mobile 06.164.164 a pagamento al prezzo del gestore

Patronati e tutti gli intermediari dell’Istituto - usufruendo dei servizi online offerti dagli stessi


Quanto spetta

La quantità è determinata secondo il metodo di calcolo contributivo. Le pensioni non sono integrabili al minimo.

Iscrizione all'INAIL

Sono costretti a iscriversi tutti i membri della famiglia, di età compresa tra i 18 e i 65 anni, che svolgono, esclusivamente e non attività occasionali in casa, senza subordinazione e senza alcun stipendio per la cura del proprio nucleo familiare.